Il training autogeno migliora la qualità del sonno.

Il training autogeno è una tecnica utile per gestire i disturbi del sonno.

Quando non riusciamo ad addormentarci è atteggiamento comune quello di sforzarsi di addormentarsi, concentrandosi sul sonno, attendendo impazientemente che arrivi, valutando il tempo che impieghiamo ad addormentarci e contando quante ore dormiremo con la consapevolezza che ci sveglieremo stanchi perché non abbiamo dormito a sufficienza.

Questo è un atteggiamento ansioso nei confronti del sonno. Se “semplicemente” lasciassimo che il sonno arrivi da sé senza aspettarlo questo ci coglierebbe all’improvviso perché il nostro corpo sa riconoscere naturalmente quando necessita di riposarsi.

La mente si affolla di pensieri che impediscono di staccarsi dal mondo che ci circonda e soprattutto dalle preoccupazioni quotidiane.

É necessario quindi concentrarsi su altro, ad esempio contare le pecore permette a volte di addormentarsi proprio perché non siamo più presi dai nostri pensieri ma ci concentriamo su un rituale noioso, ripetitivo, monotono che è molto simile al mantra che si recita nella meditazione, alla preghiera e nel nostro caso alle formule che vengono ripetute nel Training Autogeno durante gli esercizi che lo compongono.

Tramite il Training Autogeno ci si allena a lasciare andare questi pensieri e ci si concentra sulle percezioni e sensazioni che provengono dal nostro corpo. Il primo aspetto sul quale lavora il Training Autogeno è proprio quello di indurre uno stato di calma libero da turbamenti che per qualche minuto possiamo accantonare senza che il mondo crolli o svanisca nel nulla.

Non pensare o meglio pensare ad altro è una capacità che si sviluppa con l’allenamento, così come si impara ad addormentarsi nel caso di disturbi del sonno.

Ma questo è solo il primo passo per raggiungere quello che chiamiamo un “sonno ristoratore”.

Durante il sonno il sistema nervoso che regola le nostre funzioni è definito parasimpatico e controlla le funzioni vitali dell’organismo tra cui il tono muscolare, la respirazione, il battito cardiaco, la pressione sanguigna e la digestione, attivandosi nelle condizione di recupero di energie e riposo e svolgendo quindi una funzione rigenerante per l’organismo.

Il Training Autogeno permette l’attivazione di questo sistema tramite gli esercizi riuscendo ad auto-indurre le reazioni fisiologiche tipiche del sonno come ad esempio la riduzione dello stato di vigilanza, diminuire il tono muscolare provocando distensione, ridurre la frequenza respiratoria e il ritmo del cuore, diminuire l’irrorazione sanguigna della testa deviando il flusso verso il corpo e gli arti che porta ad una sensazione di tepore simile ad un bagno caldo.

Con la pratica si impara gradualmente a sostituire i pensieri con la tecnica e riappropriarsi delle sensazioni naturali che il nostro corpo ci invia ma che troppo spesso non ascoltiamo per paura di “lasciarsi andare” o meglio “lasciarsi cadere nel sonno”, una caduta morbida, calda ed avvolgente semplicemente perché parte del nostro normale funzionamento, della nostra natura troppo spesso alterata dalle nevrosi del mondo moderno.

dott. Michele Massa

Tel: 339 1823766

e-mail: info@psicologoadomicilio.it