facebook conosce la tua personalità

Il computer ti conosce!

 

Amici, Familiari, colleghi di lavoro, il partner conoscono i tuoi gusti e le tue caratteristiche ma nell’era delle nuove tecnologie il computer ti conosce meglio di molti di loro.
Uno studio ha indagato quanto è possibile conoscere una persona basandosi sulle azioni che questa compie on-line ed in particolare rilevando il numero di “mi piace” su facebook in relazione a prodotti, attività, sport, musica, libri, ristoranti, siti web ed associandoli alle caratteristiche della personalità degli utenti.


L’ auto-valutazione espressa dai soggetti coinvolti nello studio è stato usato come metro di misura e paragonandolo con il numero di “mi piace” dei soggetti ed il giudizio espresso dai conoscenti sono emersi i seguenti risultati:

  • 10 “mi piace” superano i colleghi di lavoro nella precisione del giudizio sulla personalità del soggetto.
  • 70 “mi piace” superano un amico o un convivente.
  • 150 un familiare.
  • 300 permettono una conoscenza simile a quella di un coniuge che risulta essere ancora il maggior conoscitore della personalità del proprio partner.

Le caratteristiche valutate riguardano 13 aspetti della personalità e comportamento e 4 tra queste risultavano maggiormente significative:

L’attività su Facebook, forse la caratteristiche più scontata da individuare per uno studio di questo tipo, così come le caratteristiche di navigazione sulla rete e sui social network.
Le preferenze politiche.
Il campo di studi del soggetto
L’uso di sostanze.

In particolare nelle ultime due il giudizio del computer era maggiore in termini di punteggio rispetto alle auto-valutazioni fornite dal soggetto stesso.
Il computer si è dimostrato inoltre più affidabile nel giudizio rispetto a quello di amici, famigliari e conoscenti per quanto riguarda:

  • I valori
  • La depressione
  • La salute fisica
  • impulsività
  • autocontrollo
  • Interessi

Unico parametro dove il computer ha espresso un giudizio inferiore risulta essere il livello di soddisfazione rispetto alla propria vita, probabilmente perché si tratta di un parametro complesso che racchiude in sé vari aspetti (sentimentale, relazionale, lavorativo, economico, ecc..) in relazione tra loro.
Il computer sta entrando sempre più prepotentemente nelle nostre vite con i suoi pro e i contro.
Una realtà “virtuale” che dagli anni 80 molti di noi speravano si concretizzasse ma al tempo stesso che spaventa per la sua capacità di controllarci.
Il dubbio rimarrà per i prossimi decenni, siamo noi a controllare i computer o sono e saranno loro a controllare noi?

 

Riferimenti:

Computer-based personality judgments are more accurate than those made by humans

Wu Youyou, Michal Kosinski and David Stillwell; Wu Youyou,  1036–1040, doi: 10.1073/pnas.1418680112